Antonio Ladisa.

Un evento ogni due giorni. E matrimoni da tutte le parti del mondo, dal Canada all’Australia. Non è un caso se gli spazi suggestivi della Tenuta Monacelle, location di charme nascosta tra il verde delle colline della Valle d’Itria, in Puglia, di proprietà della famiglia Consonni, sono una meta internazionale. L’affascinante tenuta – composta da 7 trulli risalenti al 1790, tutti in pietra tipica, e da 6 corpi masseria, su un terreno di 22 ettari, ciliegeto incluso – è considerata tra le location per eventi più quotate in Italia. Affiliata al prestigioso circuito internazionale “les Collectionneurs”, Tenuta Monacelle ospita circa 150 eventi all’anno tra matrimoni, incentive, meeting e congressi. Alla guida della struttura c’è Antonio Ladisa, da sette anni alla Tenuta Monacelle in qualità di General Manager, con un’attenzione particolare all’eventistica.

Core business: eventi

«Da quando sono qui, la struttura è cresciuta moltissimo – racconta Ladisa, che proprio a luglio di quest’anno festeggia il suo settimo anno alla Tenuta Monacelle, dopo una lunga esperienza nel mondo del food&beverage, sia in Italia sia all’estero, ricoprendo diversi ruoli, dall’F&B Manager al Direttore Commerciale e Operation Manager. – Oggi il core business della nostra realtà è decisamente l’eventistica. Anche se facciamo ottimi numeri anche sulla parte alberghiera. Due flussi che, per quanto possibile, cerchiamo sempre di gestire in maniera separata».

Con un’agenda che viaggia al ritmo di 150 eventi l’anno, come minimo, con festeggiamenti anche a Ferragosto e Natale (di cui un 65% circa legato a matrimoni, un 20% tra congressuale e incentive e un 15% di banchettistica generale), Ladisa e il suo staff lavorano per garantire un’offerta, anche a livello F&B, di altissima qualità.

3 ristoranti

«All’interno della Tenuta Monacelle abbiamo due ristoranti, di cui uno specificatamente dedicato alla parte eventistica. A cui si aggiunge un altro ristorante, La Sirenetta, preso in gestione circa due anni fa nella vicina Savelletri, direttamente sul mare – continua Ladisa –. In questo modo offriamo una proposta varia che spazia da piatti di pesce, in particolare nel nostro ristorante sul mare, dove molto rinomati sono i ricci, a un’offerta legata a prodotti tipici e dell’entroterra». Quattro cucine, una delle quali all’interno di una delle sale eventi, garantiscono il perfetto funzionamento del reparto F&B, a capo del quale troviamo l’Executive Chef Antonio Gentile.

Destination Wedding & Incentive

Stile country chic, cottura a vista, piatti della tradizione, atmosfera pugliese, show cooking: sono solo alcuni dei tratti caratteristici del mondo eventistico made in Tenuta Monacelle. «In questi anni abbiamo sviluppato anche una buona attività legata agli eventi incentive. Ci scelgono per vivere esperienze gastronomiche e territoriali. I numeri più grossi li facciamo però con i matrimoni. Circa un centinaio ogni anno. Con una crescente fetta legata al cosiddetto “destination wedding” (tendenza nata negli USA per indicare i matrimoni celebrati a molti km di distanza da casa che oggi costituisce un fiorente mercato in tutto il mondo, ndr) con matrimoni canadesi, russi, francesi, australiani e asiatici. Oltre a quelli locali, ovviamente». Festeggiamenti che possono durare anche più giorni. «Recentemente – racconta Ladisa – abbiamo ospitato un matrimonio indiano. Durato sei giorni. Con tanto di riti e offerta F&B su misura».

Antonio Gentile, Executive Chef.

Acquisti e consumi

Un’attività che stappa, per dare la cifra dei consumi, più di 6.000 bottiglie di vino in un anno. Con un’alta percentuale di bollicine. La carta vini guarda, in linea con il fil rouge di tutta la struttura, alla pugliesità. Vini del territorio, a cui si aggiungono, però, molte referenze nazionali e internazionali. «Per quanto riguarda le forniture – chiarisce Ladisa – abbiamo una piattaforma di acquisti condivisa con “les Collectionneurs”, a cui siamo affiliati. Con anche numerose partnership sia a livello food sia beverage».

Mixology

Infine la parte legata al bar. Due quelli all’interno della struttura, di cui uno a bordo piscina. Entrambi affidati alle cure del barman Michele Cutrone. Uomo di punta anche per quanto riguarda la mixology, in occasione di tutta l’eventistica: dall’aperitivo all’open bar finale. Una risorsa preziosa per Ladisa e il suo staff, composto nello specifico da Nicola Iacobone per la parte banchettistica e Nicola Pistoia per la parte MICE.