Barmood Bartending Experience compie 10 anni. Per questo all’edizione di marzo a Napoli, ne segue eccezionalmente una seconda il 22 ottobre a Torino, presso lo Starhotels Majestic, con il format che ne ha accompagnato il successo: interventi di altissimo livello, masterclass, degustazioni, miscelazione. Confermata la partecipazione di partner storici, a cui si aggiungono aziende che per la prima volta entrano nel progetto: Martini & Rossi, Meregalli, Ice Cube, Compagnia dei Caraibi, Onesti Group, Vino & Design. Pubblichiamo qui di seguito il programma completo.

Torino città dinamica

Per festeggiare, quindi, i suoi 10 anni di successo, l’appuntamento per i professionisti del bartending raddoppia e approda a Torino, città vivace e dinamica, con un pomeriggio dedicato all’informazione e alla formazione: incontri, master e presentazioni sono dedicati alle tendenze del bere miscelato. Ecco le opinioni di alcune delle aziende che partecipano all’evento.

«A Torino – afferma Manuel Greco, trade advocacy manager Martini & Rossi – presenteremo Fiero, nostro ultimo lancio, che costituisce la nuova espressione dell’aperitivo. Un prodotto italiano dal gusto mediterraneo realizzato con arance spagnole la cui buccia viene tagliata a mano ed essiccata lentamente per conferire un gusto amaro ideale da miscelare con la tonica per un aperitivo contemporaneo. È un piacere portarlo a Barmood proprio in questa edizione di Torino, storicamente capitale dell’aperitivo, visto che qui sono nati grandi prodotti che hanno fatto la storia della miscelazione». 

Prima presenza a Barmood, invece, per Compagnia dei Caraibi. «Parteciperemo con Diplomatico – spiega il brand ambassador Walter Gosso –. Porteremo il Planas, rum bianco con almeno sei anni d’invecchiamento, perfetto per Daiquiri e Pina Colada, Mantuano, un prodotto più complesso, perfetto in cocktail importanti come El Presidente e Riserva Esclusiva, un rum con 12 anni di invecchiamento ricchissimo di aromi e profumi che lo rendono eccellente da consumare liscio, ma la nostra sfida è proporlo ai bartender più preparati ed esigenti per l’utilizzo in miscelazione».

Opportunità di business

«Nonostante le due edizioni – conclude Paola Gallas, general manager di Barmood – quest’anno non siamo riusciti ad accogliere le richieste di tutte le aziende. Non saremo mai una fiera di settore o un momento di spettacolo: manteniamo l’impegno preso fin dal 2009, di lavorare sulle reali opportunità di business che i partner possono ottenere con un confronto attivo e diretto con i partecipanti. Le caratteristiche distintive del nostro format sono un numero limitato di aziende a cui viene offerta la massima visibilità, la possibilità di approfondire la presentazione dei prodotti con masterclass o con degustazioni del prodotto liscio e, soprattutto, in miscelazione, per evidenziare le possibilità di utilizzo per i bartender. Inoltre, dalla scorsa edizione abbiamo implementato la visibilità on line: questo ci consente di non limitare la partnership al giorno dell’evento, ma di affiancare le aziende per un periodo di almeno 6 mesi con attività sui social, newsletter, approfondimenti sul sito www.ricercadelgusto.it, fino alla possibilità di realizzare attività ad hoc».