Nell’ambito delle iniziative legate alla giornata mondiale dell’acqua, lo scorso 26 marzo il Gruppo Celli, leader italiano nella produzione di erogatori per bevande, ha organizzato un incontro presso l’Acquario Civico di Milano in partnership con l’Accademia Niko Romito, la Scuola di Alta Formazione e Specializzazione professionale dedicata al mondo della ristorazione e della cucina, per promuovere l’utilizzo dell’acqua microfiltrata come “ingrediente segreto” di un nuovo modello di consumo ecosostenibile.

Relatori e partnership

All’evento hanno partecipato Mauro Gallavotti, CEO del Gruppo Celli, società presente nel settore degli erogatori d’acqua microfiltrata con il brand Acqua Alma, lo chef Niko Romito, con cui Acqua Alma ha siglato una partnership di 4 anni per l’utilizzo di erogatori sia nei laboratori dell’Accademia, sia nei ristoranti del format Spazio, Ivan Stammelluti, specialista di innovazione e sostenibilità della società The European House-Ambrosetti, e Gianni Gurnari, consigliere scientifico dell’Associazione Degustatori Acque Minerali (Adam).

Risorsa insostituibile

Mauro Gallavotti ha commentato: «Bere e utilizzare responsabilmente l’acqua, bene comune e risorsa insostituibile, significa fermarsi a riflettere sul suo valore e su come tutti noi, soprattutto chi opera nella ristorazione professionale, siamo chiamati a gestirla e consumarla in modo consapevole. Tutti gli attori del sistema paese, dalle istituzioni alle utilities, dai protagonisti delle diverse filiere alle associazioni dei consumatori e i media, dovranno giocare il proprio ruolo per assicurare un futuro che risulti sostenibile nel senso più ampio del termine, al fine di orientare le scelte di consumo e far coincidere l’opinione all’azione».

«La partnership della nostra Accademia con Acqua Alma – ha commentato Niko Romito – è nata nel segno di una valorizzazione e attenzione all’acqua nella formazione dei giovani cuochi. Per me è una questione di consapevolezza: un cuoco non può preoccuparsi solo di cucinare, ma deve guardare all’intero ecosistema della produzione e del consumo alimentare, e l’acqua è una parte vitale di questo ecosistema. Gli allievi di oggi sono i cuochi di domani».

Sostenibilità e uso razionale

A seguire gli interventi di Ivan Stammelluti, specialista di TEH Ambrosetti, che ha commentato i risultati della ricerca dichiarando che «se in pochi anni l’acqua microfiltrata diventasse la scelta preferita dal consumatore, oltre a maggiore gratificazione, le famiglie risparmierebbero denaro e l’ambiente ne gioverebbe in modo significativo» e Gianni Gurnari, che ha sottolineato quanto l’acqua rappresenti «una risorsa straordinaria ed essenziale per il nostro benessere» ma allo stesso tempo «fragile e umile e soprattutto limitata».